• Edizioni di altri A.A.:
  • 2015/2016
  • 2016/2017
  • 2017/2018
  • 2018/2019
  • 2019/2020
  • 2020/2021
  • 2021/2022
  • 2022/2023

  • Lingua Insegnamento:
    Italiano 
  • Testi di riferimento:
    E. Aronson, T.D. Wilson, R.M. Akert (2013). Psicologia Sociale. Bologna: Il Mulino
    A.Voci, L. Pagotto (2010). Il pregiudizio cosa è, come si riduce. La Terza. 
  • Obiettivi formativi:
    Il corso si propone di fornire agli studenti i fondamentali strumenti teorici
    e metodologici per la lettura e la comprensione dei principali fenomeni
    psicosociali. Verrà evidenziato, anche attraverso il contributo dei modelli
    teorici e le metodologie più recenti, il peso degli aspetti sociali nelle
    cognizioni, nelle emozioni e nell'influenza dei comportamenti degli
    individui. Il corso si pone inoltre l’obiettivo di ampliare le conoscenze che riguardano l’applicazione della psicologia in ambito giudiziario e
    processuale. 
  • Prerequisiti:
    Si presuppone che lo studente abbia acquisito durante il proprio percorsi
    di studi alcune conoscenze di base relative alle diverse figure giuridiche
    coinvolte in sede processuale 
  • Metodi didattici:
    L’Insegnamento è strutturato in 72 ore di didattica frontale, suddivise in
    lezioni da 2 o 3 ore, due o tre volte alla settimana, in base al calendario
    accademico. La didattica frontale si costituisce di lezioni teoriche.
    Durante l’insegnamento sono previste esercitazioni in aula, discussioni
    guidate e lavori di gruppo 
  • Modalità di verifica dell'apprendimento:
    L'esame consiste in una prova scritta a domande multiple e domande
    aperte. Una successiva prova orale è facoltativa, a discrezione del
    docente o su richiesta dello studente. La prova orale è subordinata al
    superamento della prova scritta. 
  • Altre Informazioni:
    Per il ricevimento studenti si prega di consultare gli avvisi pubblicati sul
    sito di ateneo. 

Il corso si svilupperà su quattro moduli.
Nel primo modulo verranno introdotti i concetti e le distinzioni
epistemologiche alla base della disciplina ed il loro sviluppo storico.
Verranno presentati i principali orientamenti teorici ed i più diffusi
paradigmi metodologici. Infine verranno discusse le aree tematiche più
rilevanti quali la cognizione sociale, la formazione delle impressioni e la
percezione interpersonale, i processi relazionali e comunicativi, il
comportamento pro e anti sociale, la regolazione sociale delle emozioni
ed i fondamentali fenomeni intra ed intergruppali.
Il secondo modulo sarà focalizzato sui processi di influenza sociale, sui
processi cognitivi ed affettivi attraverso i quali agisce e sulle principali
modalità con cui essa viene operata. Verranno approfondite le distinzioni
tra l’influenza sociale determinata dalla maggioranza e quella prodotta
dalla minoranza.
Il terzo modulo sarà centrato sul fenomeno degli stereotipi e del
pregiudizio. Partendo dai processi di categorizzazione sociale e dalla loro
funzionalità, verranno illustrati i basilari processi di genesi,
automatizzazione, attivazione, mantenimento e cambiamento degli
stereotipi. Saranno inoltre approfonditi i principali modelli teorici sulle
origini del pregiudizio e sulla sua riduzione.
Il quarto modulo si pone l’obiettivo di ampliare le conoscenze che riguardano l’applicazione della psicologia in ambito giudiziario e processuale

Le origini della psicologia sociale
La cognizione sociale
Percezione sociale e attribuzione causale
Il Sé
Gli atteggiamenti
Strategie di cambiamento degli atteggiamenti e del comportamento
L’influenza sociale
L’aggressività
Il comportamento pro-sociale
Affiliazione, attrazione e relazioni intime
Processi intragruppo
Le dinamiche di gruppo
Il pregiudizio: cause, tipologie e conseguenze
Empatia e assunzione di prospettiva
Il contatto intergruppi
Le strategie di riduzione del pregiudizio basate sulla categorizzazione
Applicazione delle conoscenze di psicologia sociale nel contesto giudiziario soprattutto in relazione ai processi decisionali e alle tecniche di ascolto, valutazione del rischio e programmazione degli interventi.

Avvisi

Nessun avviso in evidenza

Documenti

Nessun documento in evidenza

Scopri cosa vuol dire essere dell'Ud'A

SEDE DI CHIETI
Via dei Vestini,31
Centralino 0871.3551

SEDE DI PESCARA
Viale Pindaro,42
Centralino 085.45371

email: info@unich.it
PEC: ateneo@pec.unich.it
Partita IVA 01335970693

icona Facebook   icona Twitter

icona Youtube   icona Instagram